BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stress in azienda e per la crisi economica: psicologi sempre più richiesti.

Cresce la richiesta di psicologi nelle aziende, soprattutto in Lomabrdia. Le cifre.



Psicologi e analisti che passione. Da sempre nell’immaginario collettivo, queste figure sono viste come coloro cui rivolgersi durante periodi difficili della propria vita in cui si cerca sostegno e conforto, sperando di essere in grado, poi, di uscire dal tunnel di insoddisfazione e infelicità in cui si sprofonda.

Oggi nelle aziende è sempre più richiesto l’ausilio di questa figura che ‘studia e aiuta la mente’. Il boom di questa nuova tendenza si registra maggiormente in Lombardia, dove gli psicologi iscritti all'Ordine regionale aumentano al ritmo del 10% l'anno. Dal 1998 al 2008 sono passati da 4.661 a 11.613: un'impennata del 150%.

E ancora, un esperto su tre è dedito alla libera professione, mentre gli altri due terzi lavorano per ospedali e cliniche oltre che esercitare la libera professione. Un'indagine condotta da Gfk Eurisko fotografia la situazione di Italia, sottolineando che tra gli oltre 64mila psicologi italiani, quasi 12mila operano appunto in Lombardia e metà di questi (circa 5.800) tra Milano e provincia. Gli iscritti all'Ordine regionale sono per l'80% donne, con punte del 91% fra gli Under 29, e in gran parte giovani: 67 su cento hanno meno di 45 anni.

Per quanto riguarda la dettagliata situazione lombarda, il 44% degli psicologi (circa 4.500) offre prestazioni alle organizzazioni mentre il 19% (circa 2mila) lo fa come attività principale. In totale, nella regione, 6mila aziende o enti (il 20%) hanno già chiesto aiuto agli psicologi o sono pronti a farlo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il