Pensioni: riforma Governo? Età dai 62 ai 67 anni. Novità per donne, coefficienti e lavori usuranti

Nuove proposte dal Governo italiani in merito alla questione età pensionabile. Le novità.



Lo scorso 13 novembre la Corte di giustizia europea ha sentenziato: uomini e donne in pensione alla stessa età, fissata sui 65 anni. Da allora la questione si è allargata a coinvolgere l’intero sistema italiano. Le donne che lavorano, infatti, in Italia vanno in pensione 5 anni prima degli uomini che devono aspettare 65 anni.

La Corte europea ha ritenuto discriminatoria la legge del nostro governo che dovrà adeguersi alla norma europea, altrimenti si troverà a dover pagare una multa di 9,9 milioni più una somma oscillante tra 22 mila e 70 mila euro per ogni giorno di ritardo nell’attuazione della sentenza.

Per bloccare queste ammende l’Italia ha risposto a Bruxelles che la sentenza sarà applicata e il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, ha già formulato una serie di proposte come elevare in via obbligatoria e non più facoltativa, nel settore pubblico, l'età della pensione di vecchiaia delle donne a 65 anni oppure estendere anche agli uomini la facoltà di accesso a 60 anni, fermo restando il limite legale a 65 anni.

Il vicepresidente della commissione Lavoro del Senato, Giuliano Cazzola, invece, propone per esempio di fissare una fascia di 62-67 anni all’interno della quale ciascun lavoratore, senza distinzione di sesso, potrebbe scegliere liberamente il momento di lasciare il lavoro. Ovviamente, più tardi andrebbe in pensione e più alto sarebbe l’assegno cui avrebbe diritto mensilmente. A seconda dell'età di pensionamento i nuovi coefficienti prevedono un abbattimento delle pensioni tra il 6 e l'8% a seconda dell'età di ritiro.

I nuovi coefficienti entreranno in vigore il prossimo gennaio e dureranno tre anni e non più dieci. Sugli usuranti, poi, la prospettiva più probabile è quella di una proroga dei termini della legge delega che affidava al Governo il termine di fine marzo per il varo dei decreti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci Fonte: pubblicato il