BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Obama: intervista a televisione araba per musulmani e nuovi rapporti con la Russia

Concede la prima intervista formale ad una tv araba e telefona al collega Medvedev. Obama vuole cambiare l'America.



E’ una televisione araba quella cui Obama, neo presidente degli Stati Uniti, concede la prima intervista ufficiale. E si serve di essa per mandare un messaggio al mondo musulmano.

Nell'intervista alla televisione del Dubai Al-Arabiya, realizzata in concomitanza con l'arrivo in Medio Oriente del nuovo inviato americano nella regione, George Mitchell, Obama ha puntato soprattutto a cercare di riannodare un dialogo con il mondo musulmano che, a suo avviso, è stato danneggiato da otto anni di amministrazione Bush.

Ha ammesso gli errori commessi dagli Stati Uniti nei confronti di quel mondo tanto diverso ma ha anche aggiunto che gli americani non devono essere visti come ‘nemici’, spiegando che anche lui, cresciuto in Indonesia, popolo di musulmani, ha parenti musulmani. Diplomatico il nuovo presidente degli Usa che riesce ad ‘ammorbidire’ anche le tensioni con la Russia.

Dopo una telefonata di qualche giorno fa al collega russo Medvedev, oggi è stata annunciata la sospensione del dispiegamento dei missili tattici Iskander a Kaliningrad. Obama e Medvedev, secondo le fonti, hanno discusso dell'importanza “di mettere fine all'allontanamento nelle relazioni tra i due paesi e di creare una serie agenda per tali relazioni.

I due presidenti hanno concordato, essendo entrambi nuovi leader di una generazione post Guerra Fredda, di avere un’ opportunità unica per creare un tipo di relazioni fondamentalmente diverso tra i due paesi”. Durante la conversazione era stata sottolineata anche l'importanza della cooperazione, tra le maggiori potenze, per risolvere la crisi economica globale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il