BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni bancarie garantite dallo Stato: quali sono sicure e conviene scegliere?

Torna a crescere l’interesse per le obbligazioni emesse dalle banche. Cosa è cambiato.



Torna a crescere l’interesse per le obbligazioni emesse dalle banche che sembrano essere più attraenti grazie alle aumentate garanzie offerte dai diversi Governi nazionali.

Secondo molti, infatti, dopo l'errore Lehman, difficilmente ci saranno nuovi fallimenti nel settore bancario dove l'intervento statale sta diventando ormai una consuetudine. Ciò non toglie che rischi e incertezze esistano sempre e comunque. Ancora, dunque, grande attenzione è consigliata a tutti coloro che hanno intenzione di muovere i proprio liquidi tra i bond bancari.

E’, infatti, consigliabile seguire regole precise, a partire dal preferire emissioni liquide e puntare su scadenze ravvicinate. Accanto alle obbligazioni, esistono anche emissioni, come le italiani, che sono prive di garanzie e vanno, chiaramente, ad influire sui rendimenti. In questo ambito parecchi sono, dunque, i consigli prima di investire.

Mentre Credit Suisse consiglia di passare dai titoli di Stato a breve termine ai bond bancari a medio termine garantiti dai vari Governi, sarebbe anche consigliabile stare alla larga da Irlanda e Grecia preferendo Francia, Germania e Italia, e, infine, per quanto riguarda la tipologia dei titoli, sarebbe meglio se le scadenze non superassero i 5 anni, per non incappare in un eventuale rialzo dell'Euribor che non è escluso si verifichi a causa delle nuove emissioni necessarie. Credit Suisse stima, infatti, che il fabbisogno 2009, per rifinanziare il solo settore banking europeo, si aggirerà intorno ai 400 miliardi di euro circa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il