BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Valore stipendi 2008: record assoluto degli ultimi 10 anni con incremento del 3,5%

Nel 2008 le retribuzioni contrattuali orarie hanno registrato un aumento medio del 3,5% rispetto all'anno precedente. Così l'Istat.



Nel 2008 le retribuzioni contrattuali orarie hanno registrato un aumento medio del 3,5% rispetto all'anno precedente. A comunicarlo è l’Istat che sottolinea si tratta della più alta variazione registrata dal 1997.

Le variazioni annue delle retribuzioni superiori alla media si registrano soprattutto nei comparti assicurazioni (+6,3%), pubblici esercizi e alberghi (+6%), ministeri (+5,2%), credito (+5%) e scuola (+4,9%). Mentre quelli più contenuti si osservano, invece, nei comparti agricoltura (+0,9%), servizi privati alle famiglie (+2%), commercio (+2,1%), gomma e plastica e carta editoria e grafica (per entrambi +2,2%).

Secondo i dati, gli incrementi degli stipendi sarebbero maggiormente il risultato degli aumenti nei contratti del commercio, servizi portuali e credito e del pagamento dell'indennità di vacanza contrattuale per il biennio 2008-2009 ai dipendenti delle amministrazioni centrali (ministeri, scuola, agenzie fiscali, monopoli, Vigili del fuoco, presidenza del Consiglio dei ministri).

Nel dettaglio, soprattutto nel mese di dicembre 2008 le retribuzioni contrattuali orarie sono aumentate dello 0,3 per cento rispetto al mese precedente e del 3,8 % rispetto a dicembre 2007. In particolare, gli incrementi più elevati si osservano per: scuola (più 6%), regioni e autonomie locali (più 5,7%), credito (più 5,6%), servizio sanitario nazionale (più 5,5%), pubblici esercizi e alberghi (più 5,3%). Mentre gli aumenti più contenuti riguardano: forze dell’ordine (0,5 %), militari - difesa (più 0,7%), attività radiotelevisive (più 1,4%) e ministeri (più 1,6%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il