BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi 2009 delle donne bassi rispetto gli uomini. L'Italia occupa il 67° posto per il divario

Italia al 67esimo posto per divario salariale fra uomini e donne. Le posizioni.



Uomini e donne sempre più vicini ma ancora tanto lontani. Nonostante le posizioni di potere ormai nelle mani delle donne, nonostante l’impegno e la voglia di fare e di arrivare, nonostante il mondo femminile si stia sempre più affrancando dall’universo maschile, le differenze ancora ci sono e si sentono.

Secondo gli ultimi dati diffusi, infatti, l’occupazione femminile si concentra nei settori professionali dove le retribuzioni sono più basse. Le loro posizioni si ritrovano poi nell'istruzione la cui presenza arriva al 77%, mentre sono oltre il 60% nel servizio sanitario nazionale.

Negli uffici del pubblico impiego sono la maggioranza, il 54,7%, ed anche se aumenta il numero delle laureate, le donne manager in Italia sono appena il 23,3% del totale, dato che scende al 10% nell'industria privata. Il Global Gender Gap Report del 2008, cioè lo studio del World Economic Forum sulle diversità tra uomini e donne, posizione l’Italia al 67esimo posto per il divario di stili di vita fra uomini e donne.

In rialzo rispetto all'85esimo posto del 2007, ma pur sempre lontani dalla Norvegia (prima), dalla Germania (11° posto), dal Regno Unito (13°) e dalla Francia (15°), l’Italia si posizione addirittura alle spalle del Botswana. Non vanno meglio gli Stati Uniti, al 27° posto, ma, siccome l’America è in piena situazione di cambiamento, il nuovo presidente Barak Obama , come già fatto per altre questioni come Guantanamo, ha firmato già la prima legge sulla parità salariale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il