BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Londra, Svezia e Danimarca presto in zona Euro. Almunia ottimista

Almunia annuncia che ci sono buone probabilità che la Gran Bretagna entri in Eurozona insieme a Svezia e Danimarca. Cahplin frena gli entusiasmi.



Il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Joaquin Almunia, ha annunciato che ci sono buone probabilità che la Gran Bretagna entri nell’Eurozona, seguita poi da Svezia e Danimarca.

Sull'ipotesi della bad bank, di cui si parla molto in questi giorni, questi Paesi la stanno prendendo seriamente in considerazione, ma per gli stessi l’adozione della moneta unica sembra ancora lontana. A frenare l'entusiasmo del commissario europeo, infatti, è intervenuto l'ambasciatore britannico in Italia, Edward Chaplin.

L’ambasciatore spiega, infatti, che contro la crisi la Gran Bretagna è in prima fila per incoraggiare l'efficienza economica e la soluzione è a livello internazionale ed europeo. E sottolinea che per Londra, invece, l'ingresso nell'eurozona non è una priorità in questo momento. Almunia, però, respinge tutte le idee di chi prevede un disgregamento dell'area dell'euro come conseguenza estrema delle turbolenze che agitano i mercati e della recessione che colpisce l'economia dei Paesi dell'Ue.

E da Madrid, dove è intervenuto ad un convegno, ribadisce la posizione della Commissione Ue e della Bce: "C'é una crisi finanziaria ed economica, ma non c'é una crisi dell'euro". Di fronte all'aggravarsi della crisi, comunque, crescono le voci di un vertice straordinario a livello europeo entro febbraio.

Ci pensa il presidente francese, Nicolas Sarkozy, che vorrebbe riunire un Eurogruppo dei capi di Stato e di governo. Ma anche la cancelliera tedesca, Angela Merkel, che, invece, pensa ad un vertice a Berlino tra Germania, Francia, Italia, Regno Unito, presidenza Ue e Bce.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il