BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aumento stipendio per statali da febbraio 2009. Poi per contratti impiegati enti statali

Nello stipendio di febbraio i dipendenti statali riceveranno in busta paga gli aumenti previsti dai rinnovi contrattuali. Lo annuncia Brunetta.



Il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, torna sulla scena annunciando altr novità nel settore lavoro e assicura che alla fine di febbraio 1,3 milioni di dipendenti del settore Stato riceveranno in busta paga gli aumenti previsti dai rinnovi contrattuali.

Nello stipendio di febbraio, infatti, i dipendenti pubblici dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e della Scuola troveranno l’aumento contrattuale (70 euro lordi in media) e l’arretrato del mese di gennaio (60 euro): a seconda del livello retributivo e della anzianità maturata insegnanti e Ata si ritroveranno in busta paga una somma variabile dagli 80 ai 190 euro lordi; dal mese di marzo.

Una volta esauriti gli arretrati, l’aumento varierà dai 45 euro lordi (collaboratori scolastici al primo livello stipendiale) ai 105 euro dei direttori dei servizi che sono giunti al termine della carriera. Queste cifre saranno al lordo delle ritenute fiscali. Il ministro ha anche sottolineato che i decreti delegati sul lavoro pubblico dovrebbero essere emanati già prima dell'estate, dopo l'approvazione del ddl Brunetta.

Il via libera della Camera è atteso, invece, per la prossima settimana. Dopo il via libera al provvedimento partirà, spiega Brunetta, una “vasta consultazione online sui decreti delegati e sarà avviato un processo di consultazione online di tutti gli stakeholder, cioè i portatori di interessi: dipendenti e dirigenti della pubblica amministrazione, capi del personale, sindacati, Regioni, Province, Comuni, università”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il