BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Segreto bancario a San Marino non ci sarà più. Cambiano le regole.

Niente più riservatissimo segreto bancario a San Marino. Cosa cambia da oggi.



Da oggi, 8 febbraio, le banche, le fiduciarie, i professionisti, le Poste della repubblica di San Marino dovranno fare a meno degli storici privilegi di riservatezza e segretezza che l’avevano resa uno spazio ambito per mettere fortune al riparo dal fisco italiano e anche dalla magistratura.

E’ così gli operatori sammarinesi non godranno più del loro impenetrabile segreto bancario e dovranno, pertanto, comunicare, se saranno necessari e richiesti, le proprie generalità, i documenti di identità, i codici fiscali, i diversi numeri e intestatari di assegni, i numeri di serie delle banconote, e tutto ciò serve a rivelare le operazioni dei più furbi evasori fiscali e di tutti coloro che hanno finora usufruito dei vantaggi offerti dal sistema bancario di San Marino.

Nelle istruzioni intitolate ‘Obblighi di comunicazione a controparti estere’, in vigore da oggi a San Marino, si afferma che per ‘instaurare un rapporto continuativo o eseguire una operazione occasionale con una controparte estera, banche, finanziarie, fiduciarie, professionisti sammarinesi hanno l'obbligo di fornire tutti i dati previsti dalla legge antiriciclaggio di cui il Titano si è dotato il 17 giugno 2008’. Il famoso segreto bancari rimarrà, come dappertutto, ma nei limiti, venendo decisamente depotenziato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il