BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tangenti e corruzioni in Italia in crescita in pubblica amministrazione per Corte dei Conti

Troppe inefficienze in Italia. La Corte dei Conti denuncia.



La Corte dei Conti denuncia le troppe inefficienze del nostro Paese. Crescono in Italia i numeri delle truffe e della corruzione. Secondo quanto emerge dalla relazione del pg della Corte dei Conti Furio Pasqualucci, il quadro della mala-amministrazione e della corruzione ha registrato atti di citazione in giudizio per un totale di circa 1 miliardo e 700mila euro di danni e in 561 sentenze di condanna in primo grado.

E il presidente della Corte, Tullio Lazzaro,  scatta una impetosa fotografia della nostra realtà, considerando gli ingenti danni erariali prodotti. Sotto accusa soprattutto truffe nei settori della spesa farmaceutica e sanitaria, dei rifiuti, e dei contributi comunitari. E ancora, nell’occhio del mirino le opere edilizie incompiute e l’uso sconsiderato dei prodotti finanziari derivati.

A tutto ciò si aggiunge il danno all'immagine causato alla pubblica amministrazione dai dipendenti pubblici che hanno intascato mazzette e le consulenze indebite. per danno all'immagine, la procura della Corte dei Conti della Lombardia ha chiesto risarcimenti per oltre 8milioni di euro alle 14 persone coinvolte nell'inchiesta sulla cosiddetta clinica degli orrori di Milano per interventi ritenuti inutili e dannosi sui malati solo per ottenere rimborsi dallo Stato.

Tra i casi più eclatanti segnalati, spicca quello dell'emergenza rifiuti in Campania che nel 2008 ha portato alle prime condanne da parte della magistratura contabile regionale per un totale di 650mila euro, ma restano da definire altri due giudizi per un totale di 45milioni di euro di danni, ma altre istruttorie sono state aperte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il