BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pil 2008 in Italia -0,9%. Quarto trimestre il peggiore da sempre come in Germania.

Pil in calo in Italia e Germania. La situazione attuale e le previsioni.



Il Pil del 2008 in Italia ha registrato un calo dello 0,9%: a comunicarlo è l’Istat che spiega come il Pil italiano si è attestato in valore assoluto nel 2008 a 1.272.852 milioni, in calo rispetto a 1.284.861 milioni del 2007. Si tratta di ben 12.009 milioni in meno.

Nel quarto trimestre del 2008 il Pil ha segnato un calo dell'1,8% sul terzo trimestre 2008, quando era sceso dello 0,6%, dato rivisto da -0,5%. E sempre nel quarto trimestre, ha mostrato un calo del 2,6% su base annua, dal tendenziale di -1,1% del terzo trimestre 2008, rivisto da -0,9%. 

Ma l’Istat continua confermando che la media annua segna, poi, il risultato peggiore dal 1993, mentre il calo congiunturale del quarto trimestre è il risultato peggiore almeno da inizio serie storiche nel 1980.  E chiarisce: “se nel 2009 non ci fossero variazioni nella crescita per tutto l’anno, il 2009 si chiuderebbe con un calo dell’1,8%”.

Secondo le previsioni, inoltre, gli economisti stimano per il 2009 un calo nell'ordine del 3%. Questo sarebbe l’effetto del brusco calo del quarto trimestre del 2008. Non va meglio in Germania, dove il Pil nel quarto trimestre 2008 ha registrato una flessione del 2,1% rispetto al precedente, vale a dire il calo più forte dal 1987. Il dato risulta peggiore delle stime degli analisti, che si aspettavano una flessione dell'1,8%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il