BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manutenzione auto, costi e qualità lavoro: conviene quella ufficiale o di un qualsiasi officina?

Il meccanico sotto casa o l'officina ufficiale della Casa di produzione della vettura? Quale scegliere.



Mantenere oggi un’automobile è diventato, in alcuni, casi davvero tanto dispendioso. Assicurazioni, tagliandi, manutenzioni, revisioni: i costi crescono e la stessa Adoc, il sindacato dei consumatoti, ne denuncia la situazione. E allora sorge una domanda: meglio rivolgersi al meccanico ufficiale della Casa di produzione della vettura in possesso o ad una qualsiasi officina? Qual è la scelta più conveniente?

In generale, risulta, da uno studio Aci, che il meccanico ‘qualsiasi’ oltre a costare meno, ‘coccola’ di più i proprio clienti perché essendo in proprio e non avendo un marchio forte alle spalle deve accaparrarsi la clientela fornendo il miglior servizio possibile.

Per quanto riguarda, poi, la tariffa oraria della manodopera, quella del professionista è un pò meno cara di quella del meccanico autorizzato. Il gap, riscontrato dall’inchiesta dell’Aci è tra i 3,50 e i 40 euro all’ora di differenza. Buona anche la comparazione per quanto riguarda i pezzi di ricambio.

Nonostante si raccomandi di rivolgersi sempre alle officine autorizzate e che sanno garantire la sostituzione dei pezzi della Casa stessa dell’auto, ci si può tranquillamente rivolgere anche ai meccanici professionisti generici perché, in base alla legge Monti, le istruzioni per la manutenzione dei veicoli sono pubbliche e non coperte dal segreto aziendale, per cui anche un generico che si documenti, è in grado di riparare un’auto a marchio. Meglio, dunque, in tante circostanze preferire il meccanico ‘qualsiasi’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il