BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scaglioni Irpef 2009 e tasse: come calcolare le aliquote per fascia

Tutti gli scaglioni per l'aliquota Irpef. La differenza dei redditi.



L’Irpef, cioè l’imposta sul reddito delle persone fisiche, è una tassa sui redditi progressiva, la cui applicazione varia in funzione del reddito totale percepito in un anno. Concorrono alla formazione del reddito complessivo imponibile Irpef tutti i redditi, continuativi oppure occasionali, che fanno capo a un determinato soggetto, sia che li percepisca in denaro, sia che ne fruisca in altra forma: redditi di fabbricati, di terreni, d'impresa, di lavoro autonomo o dipendente, redditi derivanti da partecipazioni in società di persone o di capitali.

I redditi dei coniugi sono tassati separatamente mentre i redditi dei beni oggetto di comunione legale sono imputati per metà a ciascuno dei coniugi. Per quanto riguarda la tassazione dei redditi ai fini Irpef si parla di scaglioni ad ognuno dei quali si applica un’aliquota in maniera progressiva. Si parte dai redditi fino ai 15 mila euro che hanno un’aliquota pari al 23%; oltre i 15 mila euro e fino ai 28 mila euro, l’aliquota sale al 27%.

Ciò significa che per i redditi superiori ai 15 mila euro ma inferiori ai 28 mila euro si pagano ai fini Irpef 3.450 euro più il 27% della parte di reddito che eccede i 15 mila euro. Stesso procedimento per i redditi compresi tra i 28 mila ed i 55 mila euro: l’aliquota ai fini Irpef sale al 38% e si può facilmente calcolare nella maniera seguente: per i redditi tra i 28 mila ed i 55 mila euro l’Irpef da pagare è pari a 6.960 euro più il 38% della parte che eccede la soglia dei 28 mila euro.

Si sale ancora per i redditi tra i 55 mila ed i 75 mila euro per cui l’aliquota da applicare alla tassazione Irpfer aumenta in maniera progressiva fino al 41%. Per i redditi superiori ai 55 mila e non superiori ai 75 mila euro l’Irpef da pagare è di 17.220 euro più il 41% della parte eccedente i 55 mila euro. Mentre per redditi oltre il 75 mila euro, l’aliquota è del 43%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il