BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ridurre consumo energia e bolletta elettrica: gravi problemi e carenze in palazzi, case e condomini

Legambiente conduce un'analisi sulla dispersione energitica. I risultati.



Un’analisi sulla dispersione energetica (ed economica) e sull’inefficienza dei sistemi di coibentazione dei nostri edifici condotta da Legambiente ha messo in evidenza i gravi problemi e le carenze cui vanno incontro le nostre costruzioni in ogni regione di Italia.

Come campione sono stati presi nuovi immobili per abitazioni e edifici pubblici per uffici in quattro città Roma, Firenze, Milano, Bolzano. Legambiente insieme a Edison e ingegneri del settore ha termofotografato queste soluzioni immobiliari e il risultato non è stato dei migliori.

Innanzitutto c’è da dire che la termografia permette di visualizzare il funzionamento delle pareti e quindi di capire se un edificio è ben costruito, se avrà bisogno di un minor utilizzo di energia per il riscaldamento d’inverno e di energia per il condizionamento dell’aria d’estate. Per Legambiente importante è la certificazione energetica degli edifici, che il governo Prodi aveva reso obbligatoria da allegare alle compravendite di immobili a partire dal primo luglio 2008. Il nuovo governo Berlusconi ha cancellato il provvedimento.

Ma il risultato dell’analisi di Legambiente è che la certificazione energetica funziona. A Bolzano, per esempio, dove è in vigore al contrario di altre zone del Paese, i risultati si vedono e gli stabili, quelli residenziali come quelli destinati ad uffici pubblici, permettono risparmi sulle spese di raffreddamento e riscaldamento (30 kWh/mq anno contro 120 kWh/mq anno) fino a un quarto di quanto occorre nelle altre città. Il consiglio è estendere questo sistema priva di cadere nel vortice della crisi edilizia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il