BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfr lasciato nelle imprese per un anno per liquidità: proposta di Confindustria

Lasciare il Tfr per un anno in azienda per assicurare alle imprese una maggiore liquidità. La proposta della Marcegaglia.



Lasciare il Tfr per un anno in azienda per assicurare alle imprese una maggiore liquidità oppure farlo confluire in un fondo di garanzia per il credito a sostegno sopratutto delle piccole e medie imprese: è questa la nuova proposta di Confindustria illustrata dal presidente Emma Marcegaglia a Foggia durante un incontro con gli imprenditori locali.

La Marcegaglia ha spiegato che “dopo il 2007, il trattamento di fine rapporto viene volontariamente destinato ai fondi complementari o lasciato in azienda, ma in questo caso, nelle imprese sopra i 50 dipendenti confluisce in un apposito fondo dell’Inps”.

La presidente degli industriali per la sua nuova iniziativa di riferisce essenzialmente a questa eventualità e dice “Si potrebbe arrivare alla decisione che per un anno i flussi di Tfr non vadano all’Inps, ma vengano tenuti all’interno delle imprese”. L’alternativa sarebbe quella che i flussi possano, come seconda eventualità, servire a creare un fondo di garanzia che aiuti il sistema del credito alle piccole e medie imprese.

La proposta di Confindustria farà discutere ma per il momento vede d’accordo anche la Cgil che la ritiene ‘legittima purchè non coinvolga la parte di Tfr destinata ai fondi pensione complementari’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il