BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Passaporti, Carte identità, certificati, pagamenti ticket sanitari dal bancomat delle banche

Anche le banche entrano a far parte del progetto 'Reti Amiche'. Le novità



Il progetto ‘Reti Amiche’, promosso dal governo nell'ambito del piano di e-government 2012 per favorire l'erogazione di servizi attraverso canali diversi dagli uffici pubblici, include vari enti, dalle Poste italiane ai tabaccai.

Tra i nuovi canali spiccano ora le banche, che metteranno a disposizione la loro rete costituita da oltre 32.000 sportelli, quasi 42.000 ATM, 28 milioni di carte Bancomat, 1,1 milioni di Pos. Ogni singola banca potrà scegliere con quale Pubblica Amministrazione stipulare l'accordo e in che termini distribuire costi e benefici. Sarà possibile pagare ticket sanitari e richiedere certificati, passaporti, carte di identità, stati di famiglia, pagare i contributi della colf tramite bancomat.

L'ingresso delle banche sarà preparato al meglio da un Comitato di Coordinamento che si costituirà nei prossimi giorni. Tra le banche, la prima a partire sarà il Gruppo Unicredit, che metterà nel giro di pochi mesi a disposizione i propri 4600 sportelli bancari per il pagamento di contributi per colf e badanti, il pagamento dei contributi previdenziali e il riscatto degli anni di laurea.

In tutti i casi il servizio è frutto di un accordo con l'Inps e l'Inail. L'Abi sta, inoltre, pensando a protocolli informatici per rendere possibile il collegamento con le tesorerie degli enti locali e l'adozione delle procedure di fatturazione elettronica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il