BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nazionalizzare e statalizzare le banche: legge in Germania. E'l'unica vera soluzione alla crisi?

Angela Merkel annuncia la nuova legge di nazionalizzazione delle banche: 'misura senza alternative'.



Mentre Barack Obama firma il più grande pacchetto di stimolo all’economia della storia, la Germania decide di nazionalizzare le banche. Lo ha detto Angela Merkel che ha varato una nuova legge che permetterà al Governo di inglobare Hypo Real Estate.

Il progetto di legge apre la strada alla nazionalizzazione forzata, attraverso l'esproprio degli azionisti, di quelle banche che si vengano a trovare in difficoltà finanziarie. La nuova legge, inoltre, consente per la prima volta, in caso di necessità, l’esproprio degli attuali azionisti. La pratica dell’esproprio potrà essere avviata soltanto entro il 30 giugno di quest’anno e va intesa come extrema ratio: prima, cioè, l’esecutivo dovrà dimostrare l’assenza di alternative meno radicali. La stessa Merkel ha spiegato che si tratta di una misura ‘senza alternative’.

Ogni Paese vara, dunque, manovre protezionistiche e di tutela delle proprie posizioni: Francia, Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, mentre la crisi ha già percorso gli oceani e tocca il Brasile, la Cina, la Russia, l’India e i paesi dell’Est. Anche il premier, Silvio Berlusconi, durante la conferenza congiunta con il collega britannico, Gordon Brown, ha parlato di nazionalizzazione delle banche per contrastare la crisi.

Attraverso la nazionalizzazione del sistema finanziario, si potrebbe impegnare le banche a fornire credito alle imprese. Il presidente del Consiglio precisa: “Per ora è solo un'ipotesi avanzata da qualcuno, qualcosa su cui ci stiamo esercitando" e chiarisce: "non riguarda le banche italiane, ma si tratta di una delle tante proposte sul tavolo del G8".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il