Mutui al 4%: a chi spetteranno agevolazioni?Novità per requisiti. Aumentano i beneficiari

Si allarga la platea di beneficiari ai mutui al 4%: le novità.



Si allarga la platea di beneficiari ai  mutui al 4% a tasso variabile sottoscritti prima del 31 ottobre 2008 per l'acquisto della prima casa. Le novità riguardano essenzialmente i mutui a rata constante ma tasso variabile, i mutui rinegoziati o che hanno goduto della portabilità e, duclis in fundo, i mutuatari in ritardo con i versamenti delle rate, a meno che non sia intervenuta la decadenza del beneficio del termine o la risoluzione del contratto.

In questo caso le banche calcoleranno le rate (e i relativi interessi di mora) al netto del contributo dello Stato. Per individuare il tetto, è necessario innanzitutto ricordare che il Dl si applica a tutte le rate da versare nel 2009 per i mutui a tasso non fisso stipulati prima del 31 ottobre 2008 per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione dell'abitazione principale (a eccezione di case signorili, ville e castelli).

Il tetto del 4% vale però soltanto per i prestiti che al momento della sottoscrizione prevedevano un tasso inferiore a questa soglia, per gli altri il limite oltre il quale interviene lo Stato è il tasso contrattuale stesso.

La nuova circolare, inoltre, prevede che in caso di contratti che prevedano un periodo iniziale di preammortamento o un tasso agevolato temporaneo, il tasso che fa fede non è quello iniziale, ma quello applicabile alla prima rata successiva al periodo di preammortamento o di agevolazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il