BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Investire in obbligazioni e bond nel 2009: rendimenti in fase di stallo dopo crescita. Previsioni.

Cala la fiducia nel mercato obbligazionario. La situazione attuale e le previsoni.



Archiviato un 2008 trascorso nel migliore nei modi e un 2009 iniziato alla grande, l’indice Citi del comparto nell’ultimo mese (fino al 23 febbraio e calcolato in euro) sembra essere rimasto stabile, guadagnando solo lo 0,07%. Secondo gli esperti, questa fase di stallo si spiegherebbe a causa delle incertezze economiche e finanziarie che governano l’andamento dei mercati oggi.

Queste incertezze pesano, e si riflettono, anche sul mercato delle obbligazioni. Cosa che non avviene in Asia, dove punto di riferimento è il Giappone. La bancarotta del gruppo finanziario Sfcg sta portando gli investitori sulla strada delle obbligazioni governative, considerate un buon salvagente adesso e, quindi, la domanda per questi titoli cresce.

Nel frattempo, la Banca centrale Usa, secondo le previsioni, potrebbe acquistare obbligazioni governative americane e si tratterebbe di un progetto che darebbe una spinta al prezzo delle obbligazioni, ma, di contro, metterebbe sotto pressione i rendimenti. Le incertezze dell’asset più sicuro si riflettono anche nel Vecchio continente: dopo alcuni giorni di progressi il tedesco Bund, sta iniziando a calare.

Il nuovo presidente Usa, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe pronto a nazionalizzare Citigroup e se questo dovesse davvero realizzarsi, si tornerebbe a vivere con un po’ più di sicurezza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il