BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Italia, Francia e centrali nucleari: accordo per costruzione quattro impianti

Firmato accordo sul nuleare fra Berlusconi e Sarkozy. I nuovi progetti.



Il premier Silvio Berlusconi e il presidente francese Nicolas Sarkozy hanno firmato a Roma l'accordo che vedrà Italia e Francia più vicine nella produzione di energia nucleare. Le previsioni riguardano il piano di realizzazione di almeno quattro centrali di terza generazione nel territorio italiano.

L'accordo, secondo il premier che si dice molto soddisfatto per aver raggiunto un risultato concreto, comporta una ‘politica nucleare condivisa, paritetica e di lungo periodo’. Berlusconi ha spiegato che ci sarà collaborazione per la realizzazione di altre centrali nucleari in Francia, Italia e in altri Paesi, grazie anche al konw how messo a disposizione dai francesi.

Questo progetto consentirà di risparmiare diversi anni e iniziare la costruzione delle centrali in un tempo decisamente breve. Il documento definisce le linee direttrici per lo sviluppo in Italia della tecnologia Epr, cioè quella del reattore di terza generazione che segue le orme del modello francese.

In un secondo momento, dovrebbe entrare a far parte del progetto anche Enel con una quota del 12,5% nella costruzione di un secondo reattore nucleare in Francia a tecnologia Epr. Durante la conferenza stampa di presentazione dell’intesa raggiunta, il presidente Sarkozy ha definito l’accordo ‘storico’ e ha affermato che se l'Italia dovesse confermare l'intenzione di aprire al nucleare, la Francia ‘proporrà una partnership illimitata’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il