BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazioni fiscali per palestra e attività sportive: come fare ad averle? Requisiti e importi

Novità in arrivo per quanto riguarda le detrazioni su pagamenti di palestre o per altre attività sportive. In cosa consistono.



Novità in arrivo dall’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda le detrazioni su pagamenti di palestre o per altre attività sportive. Secondo quanto comunicato, innanzitutto viene sottolineato che il tetto di spesa stabilito per la detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento dei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni a strutture sportive, si riferisce a ciascun figlio e non a ciascun genitore.

Le novità di detrazioni fiscali prevedono la detrazione Irpef del 19% per le spese di iscrizione annuale o abbonamento dei ragazzi compresi tra i 5 e 18 anni in centri o associazioni sportive dilettantistiche e l’agevolazione applicabile fino a un tetto massimo di spesa pari a 210 euro.

Per ottenere questi benefici, di cui si può godere solo se si frequentano palestre, piscine o polisportive con finalità sportive di carattere dilettantistico e non professionistico, bisogna presentare un’apposita richiesta.

Si tratta di un bollettino bancario o postale, o fattura, ricevuta o quietanza che dovrà contenere la denominazione e i dati relativi alla società, la causale del pagamento, l’attività esercitata, i dati anagrafici del ragazzo e il codice fiscale di chi effettua il pagamento. Una volta riportati e verificati tali requisiti, il genitore potrà applicare la detrazione dei 19%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il