BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti e costi per imprese e famiglie: in media tra i più alti d'Europa

Le banche italiane sono le più care d´Europa: ad annunciarlo è l´Ufficio studi della CGIA. I dati.



Le banche italiane sono le più care d´Europa: ad annunciarlo è l´Ufficio studi della CGIA di Mestre che ha elaborato una serie di dati forniti sia dalla Banca Mondiale sia dalla Banca Centrale Europea (BCE). Prendendo in esame l’efficienza degli istituti di credito nei principali Paesi Ue, in Italia le percentuali minime di spese di commissione e accessorie a carico delle piccole e medie imprese sul prestito richiesto sono le più elevate dei 5 paesi presi in esame.

 In Italia, infatti, il costo è pari al 4,8% del prestito richiesto, nel Regno Unito è dell’1,5%, in Francia e Spagna dell’1% e in Germania dello 0,5%. Analizzando i giorni necessari per la valutazione della pratica e l´attivazione del prestito alle Pmi, anche in questa circostanza l’Italia risulta tra le ultime rispetto ai grandi dell’Ue.

Nel Belpaese, infatti sono necessari mediamente 19 giorni, nel Regno Unito 5, in Francia e Spagna 4 e in Germania solo 2. E’ stato, inoltre, analizzato anche l’andamento dei tassi applicati ai prestiti superiori ai 5 anni.

L’Italia perde anche il confronto in materia di tassi applicati sui prestiti: nel dicembre del 2008, infatti, gli istituti di credito in Italia hanno prestato a breve temine il denaro ad un tasso medio del 6,34% rispetto al 5,72% della media registrata nell’Unione Europea.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il