BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Piano casa Berlusconi: cosa prevede e le agevolazioni che ci dovrebbero essere

Il nuovo piano casa proposto dal premier Berlusconi. Il progetto.



Per andare incontro alle esigenze della classi meno abbienti e al tempo stesso dare impulso al settore dell’edilizia, il premier Silvio Berlusconi ha illustrato il suo nuovo piano casa. L’idea sarebbe costruire nuovi alloggi per giovani coppie, anziani, immigrati regolari, studenti.

Dopo l'intesa con le Regioni, il governo attende di raggiungere quella con l'Anci. A spiegare l’iniziativa lo stesso presidente del Consiglio che ha detto: “Obiettivo del piano è dare a chi ha una casa e nel frattempo ha ampliato la famiglia perché i figli si sono sposati e hanno dei nipotini la possibilità di aggiungere una stanza, due stanze o dei bagni con servizi annessi alla villa esistente”. Le abitazioni saranno date in affitto con diritto di riscatto.

Il progetto (che si affianca al Piano casa sull'edilizia pubblica) prevede due interventi. Il primo prevede la costruzione di circa 5.000-6.000 alloggi; il piano, concordato con le Regioni, prevede 550 milioni. Il secondo prevede, invece, un aumento delle cubature, pari al 20%, delle costruzioni esistenti e la possibilità di abbattere edifici vecchi la cui costruzione risale al 1989 per costruirne di nuovi con il 30% di cubatura in più (o 35% adoperando la bioedilizia o puntando sulle energie rinnovabili).

Ogni intervento, secondo quanto stabilito, dovrà rispettare le norme sulla tutela dei beni culturali e paesaggistici e non potrà riguardare edifici abusivi. Altra previsione annunciata, inoltre, sarà il contributo di costruzione sugli ampliamenti che si ridurrà del 20% in generale e del 60% se l'abitazione è destinata a prima casa del richiedente o di un suo parente fino al terzo grado.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il