BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tremonti Bond: la prima banca a richiederli è il Banco Popolare. Chi potrà seguire?

E’ il Banco Popolare il primo istituto di credito a chiedere l'accesso ai Tremonti Bond.



E’ il Banco Popolare il primo istituto di credito a chiedere l'accesso ai Tremonti Bond. La banca ha comunicato di aver presentato al Ministero dell'Economia e delle Finanze e alla Banca d'Italia la formale istanza per l'emissione degli strumenti finanziari di patrimonializzazione, per un ammontare di 1,45 miliardi.

La richiesta di emissione degli strumenti finanziari di patrimonializzazione ‘è un’operazione opportuna che assicurerà una patrimonializzazione adeguata al Gruppo, ha spiegato il Consigliere Delegato dell'istituto di credito veronese Saviotti, consentendo di rafforzare il sostegno alle famiglie ed alle piccole e medie imprese'. Dopo il Banco Popolare probabilmente altre banche italiane potrebbero farne richiesta anche se i tassi di interesse sono piuttosto alti.

I Tremonti Bond sono particolari obbligazioni emesse dalle banche sottoscritte dal Tesoro. Essi danno maggior vigore al patrimonio delle aziende di credito che li emettono. Gli impegni che il Tesoro richiede agli istituti per sottoscrivere le obbligazioni sono, innanzitutto, il contributo finanziario per rafforzare la dotazione del fondo di garanzia per le pmi, quindi l'aumento delle risorse da mettere a disposizione per il credito alle piccole e medie imprese, per i lavoratori in cassa integrazione o percettori di sussidio di disoccupazione.

E ancora, la sospensione del pagamento della rata di mutuo per almeno 12 mesi, la promozione di accordi per anticipare le risorse necessarie alle imprese per il pagamento della cassa integrazione. Nel momento in cui una banca li richiede deve poi dare finanziamenti alle PMI e congelare mutui a licenziati e cassa integrati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il