BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse in base al reddito: sopra i 120mila nuova imposta per i ricchi proposta da Pd

Una tantum per i redditi superiori ai 120.000 euro: la proposta del segretario del Pd. Bossi favorevole.



La proposta è stata del segretario del Pd, Dario Franceschini: una nuova tassa una tantum per i redditi superiori ai 120.000 euro, come quelli dei parlamentari, di due punti percentuali in più per il 2009 per finanziare 500 milioni da destinare ai Comuni e alle associazioni di volontariato per il contrasto della povertà estrema.

Franceschini ha spiegato come indirizzare i 500 milioni dicendo: “Questo fondo andrebbe a rifinanziare il sostegno al Terzo settore previsto dalla legge quadro 328, nonché il Fondo sociale per i comuni che il governo ha tagliato di 300 milioni”. Il leader Democratico si è detto consapevole» del fatto che si tratti ‘di una risposta parziale, in attesa di una riforma strutturale. Ma non possiamo dire alla gente in attesa delle riforme cavatevela da soli’.

La proposta del segretario del Pd probabilmente riaprirà il dibattito sulla tassazione e sulla sua progressività. Due anni fa, quando il governo Prodi varò l’ultima riforma dell’Irpef, furono alzate le tasse per i redditi oltre quota 70 mila ma l’allora ministro delle Finanze Vincenzo Visco bloccò la proposta della Cgil di alzare l’aliquota massima dal 43 al 45% per i redditi oltre quota 150 mila. Nel frattempo, il leader della Lega, Umberto Bossi, apre all'iniziativa e dice: “Questo può anche andar bene in un momento di crisi".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il