BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Lavori occasionali per cassaintegrati e in mobilità permessi con voucher Governo

Voucher per lavori saltuari ai disoccupati. La nuova iniziativa del Governo.


Voucher per lavori saltuari ai disoccupati in aggiunta all’indennità, il raddoppio per il 2009 dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori a progetto con un solo committente che così passa dal 10 al 20%: sono queste alcune delle misure previste dal nuovo pacchetto anti crisi a favore dei lavoratori italiani.

La prima idea lanciata è stata quella del voucher per i lavori occasionali che, secondo quanto annunciato, sarà esteso sperimentalmente per il 2009 anche a disoccupati e cassaintegrati. Il voucher è provvisto di tutele basiche: il 7% del valore nominale va infatti all’Inail e il 13% all’Inps. A proporre questa soluzione è stato il ministro del Welfare Sacconi.

Lui stesso ha, inoltre, fissato il limite a 3.000 euro (5.000 è il tetto attuale per i pensionati). I voucher possono essere utilizzati per prestazioni occasionali nell’ambito di lavori domestici, giardinaggio, insegnamento privato supplementare, manifestazioni sportive e culturali, manutenzione di strade, parchi, edifici, lavori di emergenza come la pulizia di strade dopo emergenze climatiche (attività nella quale sono stati venduti oltre 600mila buoni da agosto scorso ad oggi).

Con la nuova misura approvata dal Cdm, i voucher saranno estesi anche alle manifestazioni fieristiche, mentre per giovani e pensionati sarà eliminato ogni limite di settore produttivo. Per quanto riguarda, poi, tutti quei lavoratori che sono stati licenziati o sospesi dal proprio posto di lavoro, per reintegrarli dopo che hanno perso il posto sono state messe a punto delle misure grazie alle quali le imprese otterranno delle agevolazioni riassumendo i lavoratori in cassa integrazione.

Per riuscire ad accelerare e agevolare il reintegro dei disoccupati nel sistema economico, le Agenzie private ed i Centri per l’Impiego avranno l’obbligo di dare la massima diffusione delle opportunità di lavoro di cui si è a conoscenza con una cadenza che come minimo dovrà essere settimanale.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 16/03/2009 alle ore 12:47