BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse 2009 e dichiarazioni redditi: scaglioni Irpef e aliquote previste

Dichiarazione dei redditi 2009: aliquote in base agli stipendi.



Arriva il momento di presentare la dichiarazione dei redditi sia per i lavoratori dipendenti sia per gli autonomi e sarebbe opportuno chiarire come pagare le tasse in base ai diversi scaglioni Irpef, calcolati sulla base dei diversi livelli di reddito.

Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, la questione sembra più semplice giacchè le trattenute sull’IRPEF avvengono alla fonte, per cui, una volta acquisito il CUD, il reddito netto percepito dal lavoratore dipendente si va eventualmente a cumulare con eventuali altri redditi o rendite.

I lavoratori autonomi, invece, con il Modello Unico 2009 saranno chiamati a versare il saldo IRPEF 2008 insieme all’acconto per il 2009. Gli scaglioni IRPEF, in base al reddito, sono cinque: per redditi fino a 15 mila euro l’imposta è al 23%; per la parte eccedente i 15 mila euro e fino a 28 mila euro, l’imposta da applicare è al 27%. Se superiore ai 28 mila euro e fino a 55 mila euro, l’imposta da applicare balza al 38%; sale ancora al 41% per la porzione di reddito dai 55 mila a 75 mila euro, mentre oltre tale soglia l’aliquota arriva a toccare il 43%.

Ed è su questo livello che il Segretario del PD, Dario Franceschini, aveva proposto qualche giorno fa di aumentare del 2% ancora l’aliquota, dal 43% al 45%. Il Governo, però, ha bocciato tale proposta.

Esiste, infine, una no tax area che è quella che prevede redditi al di sotto dei 4.800 euro per i lavoratori autonomi,  dei 7.500 euro per i pensionati e sotto 8.000 euro per i lavoratori dipendenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il