BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Revisione studi di settore: 200 settori e tipologie di aziende interessate

Processo di revisione di circa 200 studi di settore entro fine mese. Le novità.



Sarà concluso entro fine mese il processo di revisione di circa 200 studi di settore che hanno interessato i comparti più esposti alla recessione globale. L’operazione (strumento matematico-statistico che individua indici di congruità per le attività economiche in base alla loro collocazione territoriale e al ciclo macroeconomico), iniziata a dicembre e regolamentata dal decreto anticrisi convertito all’inizio di gennaio, mira a definire nuovi parametri di ricavo nel momento in cui il mondo dell’economia globale è affossato da una crisi decisamente pesante.

Secondo quanto previsto dalla legge, la revisione è prevista ogni tre anni, ma, considerata la crisi globale, il governo Berlusconi ne ha disposto un anticipo straordinario. La commissione di esperti di Sose, la società pubblica che si occupa della stesura degli studi, insieme con le associazioni di categoria ha analizzato i dati Istat, Bankitalia, Isae e Prometeia per individuare i coefficienti congiunturali strutturali, cioè i moltiplicatori da applicare al calcolo di congruità.

I primi interventi previsti riguarderanno carburanti e materie prime, quindi si passerà a studiare campioni di imprese per verificare la rappresentatività degli studi e poi si osserveranno i correttivi applicati ad alcuni settori più esposti alla crisi con conseguente sterilizzazione degli effetti della crisi su specifici indicatori dell’attività d’impresa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il