BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Tassi di interesse per prestiti e mutui tra i più alti d'Europa. Risparmi si vedono poco

Le banche italiane sono quelle con i maggiori tassi di interesse rispetto alla media europea. La situazione.



Tra febbraio 2007 e novembre 2008 le banche italiane hanno applicato tassi di interesse maggiori rispetto alla media europea che, per il credito al consumo, oscillavano tra 99 e 156 punti base in più.

A stabilirlo è l’associazione Adusbef che illustra (fino a novembre scorso) come secondo le ultime rilevazioni, lo spread delle banche italiane abbia sempre superato la media dei paesi dell’euro (che hanno gli stessi identici nostri tassi di riferimento).

Si tratta di una situazione complessa che interessa banche, imprese e mutui, anche se, in quest’ultimo caso, le differenze sono meno marcate rispetto al resto d’Europa. Rispetto alla media europea, infatti, per un mutuo oltre i 10 anni fino a novembre 2008 in Italia si registravano ancora in media 32 punti base in più di interessi richiesti dalle banche rispetto a quelle europee e nei 21 mesi precedenti il differenziale è stato sempre sfavorevole ai clienti italiani rispetto a quelli di una banca inglese o francese.

Per quanto riguarda le imprese, invece, secondo l’Ufficio studi dell’associazione degli artigiani in Italia le percentuali minime di spese di commissione e accessorie a carico delle piccole e medie imprese sul prestito richiesto sono tra le più care dei paesi più sviluppati in Europa.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il