BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi 2009 aumenti bloccati in azienda per crisi. Per nuovi assunti retribuzioni più basse

Bloccati gli aumenti degli stipendi previsti da alcune aziene. A rimetterci soprattutto i neo laureati.



Gli aumenti dei budget aziendali per gli stipendi annunciati come previsione solo qualche mese fa subiscono una battuta di arresto. Niente più ‘premi’ ma aumenti in ribasso per operai, impiegati e quadri.

A rimetterci sono soprattutto i nuovi assunti e i  neo laureati appena entrati nelle aziende. In tempi di crisi prevedere con certezza aumenti che avrebbero potuto essere spinta al lavoro è stato forse azzardato e, infatti, alle soglie dei nuovi stipendi, le aziende fanno marcia indietro.

Secondo i dati emersi dall’indagine ‘Compensation, budget, stipendi e costi del personale’, condotta da Gidp, l’associazione di direttori del personale, sette imprese su dieci nel loro budget per il Compensation 2009 prevedevano per quest’anno un aumento dei compensi da assegnare ai loro dipendenti. In media si attendeva un incremento pari al 2,22 %.

Il 47% delle imprese coinvolte nell’indagine aveva previsto un incremento non superiore al 2,5% mentre solo il 9% aveva compilato un budget che prevedeva un aumento superiore al 3,5%. Le tendenze agli aumenti sono state, però disilluse e questo non è stato, a quanto pare, un fenomeno solo italiano. In Inghilterra molte aziende che avevano annunciato aumenti salariali hanno detto che questi non ci saranno più.

A bloccare gli stipendi di circa 40 dipendenti e tagliare quelli di alcuni manager è stata anche la Volvo. A rimetterci in tutta questa situazione sono soprattutto i neo laureati cui le aziende propongono una paga inferiore rispetto a quella, per esempio, offerta lo scorso anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il