BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rate del mutuo iniziano a scendere con abbassamento tassi di interesse dal 1 aprile

Con la fine di marzo, dovrebbero iniziare a scendere i prezzi delle case e le rate del mutuo. L'andamento della situazione.



L’Euribor raggiunge i minimi storici e i suoi effetti si vedranno nell’abbassamento dei prezzi delle case. Con la fine del mese di marzo, molte banche adegueranno i parametri sui quali vengono calcolate le nuove rate (da aprile in poi).

Per quanto riguarda i tassi, ciò vuol dire che se nel primo trimestre l'Euribor 3 mesi (base 360) ha registrato una media del 2,01% contro il 4,21% del trimestre ottobre-dicembre e il 4,98% (picco storico nell'era dell'euro) raggiunto fra giugno e settembre, la rata di aprile di un finanziamento da 100mila euro indicizzato appunto ai tassi registrati nei primi tre mesi del 2009 (+1% di spread) potrà risultare meno cara in media del 20%.

Per quanto riguarda i nuovi mutui, inoltre, occorre considerare che le banche hanno rivisto sensibilmente al rialzo gli spread, annullando in parte i benefici derivanti dal calo dei tassi di interesse. Tuttavia, secondo i dati di Bankitalia, elaborati a partire dalle interviste che hanno coinvolto 1.009 agenti immobiliari, i prezzi di vendita degli immobili residenziali nel quarto trimestre 2008 sono risultati in calo rispetto ai tre mesi precedenti per il 57,6% delle agenzie.

Il numero delle compravendite tramite l'intermediazione degli agenti, inoltre, è sceso a 143mila, segnalando una prosecuzione della tendenza negativa in linea con le rilevazioni dell'Osservatorio sul Mercato Immobiliare. Bisogna, dunque, aspettare ancora un po’ per vedere uno scenario cambiato. 

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il