BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Paradisi fiscali: lista nera della nazioni non in regola dopo il G20. C'è anche la Svizzera

Finiti i lavori del G20. Stilate liste dei Paesi non in regola con le norme fiscali.



Sono finiti i lavori del vertice del G20 a Londra ed è stato raggiunto un accordo per una lista nera dei paradisi fiscali, per sottoporre a regolamentazione gli hedge fund. Stop, dunque, ai paradisi fiscali, mentre è stato pubblicato dall’Ocse un elenco con i nomi dei Paesi che fanno parte della ‘lista nera’.

Questi sono: Costa Rica, Malesia, Filippine e Uruguay. La lista verrà utilizzata per applicare le sanzioni previste dall'accordo del G20. Segue una ‘lista grigia’ che comprende 31 stati o territori che si sono impegnati a rispettare gli standard internazionali ma che, ad oggi, hanno siglato meno di dodici accordi conformi a questi standard.

Essi sono: Andorra, Anguilla, Antigua, Barbuda, Aruba, Bahamas, Bahrein, Belize, Bermuda, Isole Vergini Inglesi, Isole Cayman, Isola Cook, Dominica, Gibilterra, Grenada, Liberia, Liechtenstein, Isole Marshall, Monaco, Montserrat, Nauru, Antille Olandesi, Niue, Panama, St Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Samoa, San Marino, Isole Turk e Caicos, Vanuatu.

C’è poi una lista grigio chiara  che comprende 8 Paesi: Austria, Belgio, Brunei, Cile, Guatemala, Lussemburgo, Singapore, Svizzera. E, infine, una lista bianca, quella che cioè raggruppa gli stati che hanno seguito le regole internazionali, stipulando almeno 12 accordi conformi a queste regole.

Nella lista compaiono Argentina, Australia, Barbados, Canada, Cina, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Guernesey, Ungheria, Islanda, Irlanda, Isola di Man, Italia, Giappone, Jersey, Corea, Malta, Mauritius, Messico, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Seychelles, Slovacchia, Sudafrica, Spagna, Svezia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti, Isole Vergini.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il