BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Redditi italiani medi di 18mila euro. Un terzo di 10mila euro. Metà dei bilanci società in rosso

Gli ultimi dati su redditi e andamenti delle società diffusi dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia.



Il reddito medio degli italiani è di 18.324 euro mentre il reddito complessivo è aumentato rispetto all’anno precendente del 5,7%: questo è quanto risulta dalle ultime dichiarazioni dei redditi disponibili (dichiarazioni 2007 su anno d'imposta 2006), rese note dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia. Sempre secondo il Dipartimento delle Finanze il 35% dei contribuenti dichiara meno di 10mila euro, i più ricchi sono lo 0,9% del totale e sopra i 70.000 euro è appena il 2% degli italiani.

E’ al Sud che si registra una situazione più difficile, con un reddito medio complessivo di 14.626 euro per gli italiani che abitano in queste regioni del Paese e che dispongono del 20 per cento in meno rispetto al reddito medio nazionale. Nonostante questo, nell'ultimo anno al Sud e nelle Isole il reddito risulta aumentato del 6,5 per cento rispetto all'anno precedente.

Per quanto riguarda il tipo di reddito dichiarato, il 78 per cento è reddito da lavoro dipendente e pensione, il 5,5 per cento sono redditi da partecipazione, il 5,1 per cento redditi di impresa ed il 4,2 per cento redditi da lavoro autonomo. Sempre secondo i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze quasi la metà delle società italiane è in rosso.

La quota di società con imposta positiva ha raggiunto il 52,4 per cento del totale (circa 503mila), con una crescita del 3,5 per cento rispetto al 2005. Tali società con reddito positivo sono localizzate principalmente al Nord, anche se la loro quota nel Sud e Isole sul totale nazionale è aumentata dell'1 per cento rispetto al 2005. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il