BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti e finanziamenti delle famiglie italiane in aumento anche per i tassi di interesse bassi

Cresce il numero degli italiani che ricorre a finanziamenti. La situazione attuale.



Gli italiani sempre più ‘appassionati’ di prestiti e finanziamenti. In questi periodi di crisi, cresce il numero degli italiani che per poter ovviare a determinate spese, importanti e non, ricorre a finanziamenti. Così, mentre inesorabilmente continua a salire il numero delle famiglie che non arriva più alla terza settimana, sale anche quello di chi accede al prestito personale per arrivare alla fine del mese.

Ma comprare oggi con questi sistemi è una scelta azzardata se non si hanno certezze in termini di lavoro. Secondo i dati Assofin relativi al 2008,  il valore complessivo erogato raggiunge i circa 60,7 miliardi di euro, corrispondenti a oltre 98,9 milioni di operazioni finanziate tra, prestiti personali finalizzati e non, carte di credito e cessione del quinto dello stipendio.

Ed è proprio quest’ultima forma di indebitamento che traina il comparto (+39%), seguono i prestiti personali (+ 1,7%) e le carte di credito (+7,2%). Diminuisce, invece, la percentuale dei prestiti finalizzati (-12,7%), trainati dall’andamento negativo del settore motocicli (-18,7%) e nuove auto (-14,4%).

Sempre secondo il rapporto, risulta in aumento l’importo medio dei prestiti personali, pari a 11.200 euro, aumentato di ben 600 euro rispetto al 2007. Per quanto riguarda, invece, le zone più interessate alla richiesta di questi finanziamenti, spicca la Lombardia con i suoi 9,9 miliardi di euro mentre la Valle D’Aosta chiude la classifica la Valle d’Aosta. Le macroaree con le percentuali più alte peso risultano, comunque, il Nord Ovest (26%) e il Sud (24%).

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il