BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Interessi rate da pagare al Fisco per iva o tasse: saranno più basse

Meno tasse per i contribuenti ritardatari. Il nuovo decreto.



Le novità in materia di fisco riguardano principalmente i contribuenti ritardatari sui redditi, Iva e Irap (Unico e 730 compresi). Saranno, infatti, rivisti i tassi di interesse che i contribuenti devono pagare su rate o pagamenti tardivi e si tratta di un intervento di riduzione in linea con gli ultimi interventi della Banca centrale europea, che ha operato significativi abbattimenti sulle misure degli interessi.

Il taglio dei tassi potrebbe significare un beneficio immediato, di cassa, a imprese e professionisti che potrebbero avere più di un problema di liquidità per gli adempimenti di quest'anno, a partire dalle rate delle dichiarazioni dei redditi che dovranno essere pagate fra giugno e luglio prossimi.

La nuova legge in via di approvazione prevede che con decreto del ministro dell'Economia siano stabilite le misure, anche differenziate, degli interessi per versamento, riscossione e rimborsi nei limiti di tre punti percentuali di differenza rispetto al tasso legale, attualmente al 3% annuo, esclusa la determinazione degli interessi di mora.

Un via libera rapido del decreto consentirebbe di anticipare gli effetti positivi, consentendo di applicare i nuovi tassi dalle prime scadenze successive all'entrata in vigore. Tagliare le tasse sarà, dunque, possibile, e nel pieno rispetto della legge.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il