BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scegliere l'università: quali i corsi preferiti e gli atenei migliori in Italia

Ingengeria e settori economici le facoltà preferite. Come scegliere l'università



Dopo la riforma dell’università che ha scatenato proteste e rivolte, dopo la volontà di abolire alcuni corsi di laurea che registrano ogni anno pochissimi iscritti ma che, però, contano costi alti di mantenimento, i ragazzi che oggi si ritrovano a dover scegliere la propria facoltà universitaria, prima di intraprendere il percorso di studi, si trovano a fare i conti prima di tutto con il post laurea.

Qual è, dunque, la facoltà migliore che permette una formazione per un lavoro certo appena conclusi gli studi? Addio vecchi ideali, addio vecchie propensioni, oggi si pensa al futuro. La popolazione studentesca cresce, infatti, negli ambiti di studi ‘concreti’: ingegneria  (+6,9%), seguita da ingegneria dell'informazione, e anche nei corsi economici più vicini alle imprese le immatricolazioni reggono bene. E non finisce qui perchè i primi segnali, nelle università che hanno aperto le preiscrizioni per il 2009/2010, dicono che l'anno prossimo questa dinamica sarà decisamente più netta.

Nel frattempo, la banca dati del consorzio AlmaLaurea, che da anni misura il successo occupazionale degli atenei e offre alle imprese 1,2 milioni di curricula fra cui scegliere, nei primi tre mesi e mezzo del 2009 segnala un crollo (-30%) di richieste dalle aziende, anche dalle parti di ingegneria (-24%) ed economia (-38%), con una controtendenza solo in area informatica e linguistica.

 Intanto le prescrizioni iniziano e, secondo i dati raccolti, nel mondo degli atenei italiani a primeggiare è il Politecnico di Milano, di nuovo in testa dopo aver ceduto 12 mesi fa il primato all'Università di Modena e Reggio Emilia, oggi al terzo posto dietro a Trieste. Lontane dalla vetta le università più grandi: Roma La Sapienza occupa il 50esimo posto, mentre la Federico II di Napoli e la Statale di Milano si piazzano rispettivamente al 31esimo e al 35esimo scalino.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il