BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ripresa economica in Italia e in Europa nel 2009: nuovi segnali positivi. Inflazione in forte calo

Sono deboli ma i segnali di una lenta ripresa economica iniziano a farsi sentire.



La notizia della crescita delle immatricolazioni del gruppo Fiat ha fatto crescere l’entusiasmo per una ripresa economica che inizia a mostrare i primi deboli segnali positivi. Ma non è ancora tempo di esultare.

Anche il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, mostraun cauto ottimismo commentando i dati sulle immatricolazioni auto in Europa che vedono un aumento della quota di mercato della Fiat. Il Lingotto sale al quinto posto tra i costruttori, al quarto se si considera il trimestre.

In Europa occidentale, il solo marchio Fiat ha immatricolato il mese scorso 108.611 unità, in crescita del 13,8% rispetto a marzo 2008. Il marchio Lancia segna +4,3% (a 11.004 unità) e Alfa Romeo balza del 41,2%, a 10.914 unità. Buoni i risultati anche per Volkswagen, che si appresta e far scendere Gm dal secondo posto della classifica mondiale: +1,8% il gruppo (Vw, Audi, Seat, Skoda), ma +3,1 la sola Volkswagen e +24% Skoda.

Piccoli segnali di un rallentamento della crisi arrivano anche dai dati sulla produzione industriale: nei 16 Paesi di Eurolandia il calo della produzione industriale rallenta su base mensile ma continua a crescere su base annua.

Secondo i dati diffusi da Eurostat, lo scorso febbraio la flessione rispetto a gennaio è stata del 2,3% contro il 3,5% segnato a gennaio su dicembre 2008. In questo conteso, però, l’Italia ha registrato il peggiore risultato nell'Eurozona (-3,5%) subito prima della Germania (-3,2%) e peggio dell'Itlaia, nella Ue a 27 hanno fatto solo Lituania (-4,1%) ed Estonia (-3,6%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il