BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Licenziamenti in Italia: aziende continuano, ma il Governo chiede blocco e di usare ammortizzatori

Moratoria per licenziamenti. Sacconi: 'Imprese non licenzino, ci sono gli ammortizzatori'.



La crisi economica globale che ha colpito il mondo intero sembra aver passato la sua fase più critica ma gli effetti negativi continuano a sentirsi. Lo stesso ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, ha spiegato che “Il quadro economico mondiale è ancora lontanissimo dalla guarigione ma si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel”.

A svelare la tendenza ancora negativa dell’economia reale sono i dati sulla perdita di posti di lavoro nella grande industria e l'impennata incredibile nelle richieste di cassa integrazione per i lavoratori. In questo quadro spicca, fondamentale, il recente accordo sugli ammortizzatori sociali siglato con le regioni, per cui ci sono "ingenti risorse per proteggere il reddito nei casi in cui l’attività lavorativa viene sospesa e quindi permane vivo il rapporto di lavoro”.

Secondo il ministro, con questi strumenti e di fronte alla caduta della domanda, le imprese possono mantenere il rapporto di lavoro, anche se sono costrette a ridurre la produzione e quindi l’attività lavorativa. Senza dimenticare la possibilità che la minore attività lavorativa venga spalmata su più persone attraverso i contratti di solidarietà”.

In altre parole il ministro del Welfare rivolge un appello alle imprese affinché riflettano su di una ‘vera e propria libera e responsabile moratoria ai licenziamenti’. La strada da percorrere dovrebbe, dunque, seguire soluzioni alternative ai tagli al personale come misura anticrisi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il