BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi e pensioni più basse: impiegati e dipendenti più poveri rispetto al 1993

Fra operai e impiegati è cresciuto il numero di chi è povero. I dati.



La crisi economica globale pesa su impiegati e dipendenti. Secondo gli ultimi dati diffusi, autonomi, dirigenti e pensionati hanno visto salire i loro redditi e, invece, fra operai e impiegati è cresciuto il numero di chi è povero.

Entrando più dettaglio, tra il 1993 e il 2006 il reddito disponibile equivalente (espresso in termini reali con il deflattore dei consumi delle famiglie) è cresciuto dell'1,2% l'anno, ma per le famiglie degli autonomi la crescita è stata del 2,6%, per i dirigenti (pubblici e privati) dell'1,5% e per i pensionati dell'1,6%.

Aumenti più contenuti si sono registrati, invece, per operai (+0,6%) e impiegati (+0,3%) in cui spiccano anche quadri intermedi, cioè quelli degli impiegati direttivi e degli insegnanti. E’ così che la percentuale dei poveri (coloro che cioè percepiscono un reddito inferiore al 60% di quello medio) appartenenti a queste due classi sociali è salita dal 27 al 31% fra gli operai e dal 7 all'8% fra gli impiegati mentre è scesa fra gli autonomi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il