BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazione fiscale farmaci nella dichiarazione dei redditi: valgono solo quelli parlanti

Validi per le detrazioni fiscali solo gli scontrini parlanti. Le novità



L’Agenzia delle Entrate ha reso note sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it tutte le novità per la compilazione del modello per la dichiarazione dei redditi. E particolare attenzione viene anche prestata alla detrazione sui farmaci. Per la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2008 le detrazioni sono possibili solo ed esclusivamente se lo scontrino risulta essere ‘perfettamente parlante’.

Gli scontrini parlanti sono quelli che, oltre al codice fiscale del beneficiario, sono completi della quantità dei medicinali acquistati, della qualità del farmaco e della sua natura e che permettono di detrarre dalla propria dichiarazione dei redditi, il 19 per cento della spesa dei farmaci acquistati oltre la somma di 129,11 Euro.

Dal 1 gennaio 2008, infatti, non si può più effettuare la detrazione dei farmaci avendo come giustificativo di spesa lo scontrino non parlante ed una autocertificazione.

Prima era, invece, possibile detrarre dalla dichiarazione anche i farmaci acquistati con scontrino incompleto o ‘non parlante’ integrandolo, anche con un foglio a parte, con i dati mancanti, ovverosia il codice fiscale, la qualità, la natura e la quantità dei farmaci.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il