BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Utile Microsoft in calo come Yahoo ed Ebay nella prima trimestrale 2009. Record positivo per Apple.

Apple sale e Microsoft scende: la situazione attuale dei colossi economici.



Mentre Microsfot è in caduta libera, Apple registra il record positivo di profitti. I profitti trimestrali di Microsoft, infatti, sono caduti a 2,98 miliardi
di dollari, il 32% in meno rispetto ai 4,39 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente. Già a gennaio il gruppo aveva annunciato 5mila licenziamenti, i primi della sua storia, entro la metà del 2010 con l'obiettivo di risparmiare 1,5 miliardi l'anno.

Ma il colosso del software ha risentito anche di un altro cambiamento strutturale nel settore dei personal computer, e cioè la crescente diffusione dei netbook: su questo tipo di pc a basso prezzo i profitti sono più bassi. E mentre Microsoft ‘piange’ la società di Seteve Jobs alza le braccia da trionfatrice.

Apple ha, infatti, registrato i profitti del 15% a 1,2 miliardi di dollari e le vendite dell'8,7% a 8,2 miliardi di dollari grazie al fenomenale successo degli iPhone. Come se la recessione non fosse dei nostri tempi e come se nessuno fosse stato colpito dalla crisi economica globale, i consumatori di tutto il mondo hanno comprato nei primi tre mesi del 2009 3,8 milioni di iPhones, il doppio dell'anno precedente e, secondo i dati, sono aumentate anche le vendite di iPod del 3%, grazie al lancio di nuovi modelli dell'iPod Shuffle.

Anche il gruppo eBay esce a testa alta dall'ultima trimestrale, nonostante i forti cali. Il calo scontato era ampiamente previsto ed anzi i risultati sono migliori di quanto ipotizzato alla vigilia. All’insegna del negativo Yahoo. La trimestrale Yahoo è ancora una volta all'insegna del declino, della caduta dei proventi e delle incognite relative al futuro.

Il gruppo registra, infatti, una caduta dei profitti netti pari al 78%, con entrate in calo del 13%. Secondo i dati Yahoo, le entrate sarebbero state di 1.58 miliardi, con una caduta del 13% dovuta alle fluttuazioni del dollaro. I profitti netti hanno raggiunto i 118 milioni di dollari contro i 537 dello scorso anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il