Prestiti che non si riescono a pagare e debiti insoluti:il fallimento per le famiglie diventa legge?

Nuovo disegno di legge per le famiglie sommerse dai debiti. La proposta.



Per aiutare le famiglie sommerse dai debiti, arriva dal Governo la proposta di un nuovo piano di rientro anche per le persone fisiche e i piccoli imprenditori insolventi, finora esclusi dalla legge fallimentare, a differenza di quanto avviene nella maggior parte dei Paesi occidentali.

Alle persone fisiche, infatti, non è ancora data la possibilità di concordare un accordo con i creditori, per cui finiscono inevitabilmente per soccombere alle diverse azioni esecutive, concluse spesso dal pignoramento del quinto dello stipendio o addirittura della casa.

Il nuovo disegno di legge prevede la creazione di commissioni specifiche, composte da professionisti del settore, come avvocati, notai e commercialisti, che avranno il compito di verificare la fattibilità dell'accordo di ristrutturazione dei debiti ed eventualmente a modificarlo, dopo avere ascoltato anche i creditori. Se necessario, la proposta dovrà essere sottoscritta da uno o più garanti.

In questo modo, il debitore otterrebbe il vantaggio di ridurre l'indebitamento a livelli sostenibili e di programmarne il pagamento nel tempo, evitando il dramma del pignoramento dello stipendio o della casa. Mentre, per quanto riguarda il creditore, il vantaggio principale sarà quello di migliorare, attraverso la procedura concorsuale, la possibilità di recuperare il dovuto senza aspettare i lunghi tempi della tradizionale procedura.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il