Non siano le pmi a pagare il disastro dei conti di fine legislatura

“In un contesto internazionale incerto – afferma il presidente Confesercenti Marco Venturi nell’introduzione – lo scenario italiano è sempre più preoccupante e diverse sono le incognite sul versante della finanza pubblica.



“In un contesto internazionale incerto – afferma il presidente Confesercenti Marco Venturi nell’introduzione – lo scenario italiano è sempre più preoccupante e diverse sono le incognite sul versante della finanza pubblica.

La legislatura che si sta concludendo è senza progetto, e non ha un’idea forte per rimediare ai ritardi del Paese.

Lo stesso annuncio del taglio dell’Irap limitato all’occupazione va solo a vantaggio delle grandi imprese del nord.

La dove si sarebbe maggior bisogno mancano gli interventi. Il Dpef del governo in sostanza era troppo ottimista e quindi va ripensato ripartendo dalla situazione reale del Paese.

“Stiamo ancora attendendo – conclude Venturi un  incontro tra il governo e le parti sociali. Vorremmo infatti sapere se a pagare il disastro dei conti saranno, ancora una volta le piccole medie imprese e i lavoratori indipendenti.

Se così sarà Confesercenti sarà pronta ad intraprendere grandi campagne per opporsi ad ogni abuso”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il