BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Iva per cassa diventa attiva: come fare e come funziona? Chi la può usare?

Oprativo da oggi il decreto sull'IVA per cassa. Cosa prevede.



E’ operativo da oggi il decreto sull'IVA per cassa: da oggi si potrà applicare in fattura l'esigibilità differita al momento dell'effettiva riscossione. Il meccanismo dell'Iva per cassa stabilisce che l'imposta diviene esigibile solo al momento del pagamento da parte del committente/cessionario del corrispettivo dovuto ovvero decorso un anno dall'effettuazione dell'operazione, a meno che, prima del decorso del predetto termine, il cessionario/committente non sia assoggettato a procedure concorsuali o esecutive.

Non si tratta di un provvedimento retroattivo per cui sarà in vigore da oggi, 28 aprile, in poi, e saranno interessati al benefici solo i contribuenti, esercenti attività d'impresa, arte e professione che nell'anno solare precedente hanno realizzato, o in caso di inizio di attività, prevedano di realizzare un volume d'affari non superiore a 200.000 euro.

Grazie a questa misura anti-crisi per imprese, si potrà rimandare il versamento dell'imposta sul valore aggiunto di ciascuna fattura emessa posponendolo al momento del suo reale incasso.

Si tratta di una novità che non si applica alle fatture emesse verso i privati e che riguarderà circa la metà delle imprese italiane e che dovrebbe portare ad un risparmio annuo di circa 12 mln di euro, secondo le stime effettuate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il