BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pil -6% negli Usa. Stesso dato per fine 2009 per la Germania. Ma cresce la fiducia

Aprile segna una prima crescita, la fiducia sale ma ancora molti dati sono in negativo. La situazione attuale.



Il mese di aprile, dopo tanto tempo di pessimismo, ha segnato per la prima volta da maggio 2008 una crescita in ambito economico e la fiducia di imprese e consumatori europei è tornata a salire. Questo è quanto emerge dagli indicatori della Commisione Ue (Bci ed Esi) che, comunque, si mantengono su un livello molto basso, anche in seguito al vero e proprio crollo registrato nel mese di febbraio.

Tra gli Stati membri che guidano il rimbalzo c'è l'Italia, seguita da Regno Unito, Olanda e Spagna, mentre in Francia e Germania la crescita di fiducia è decisamente più moderata. Ma la Commissione Ue sottolinea come, nonostante i timidi segnali di ripresa, ad aprile si faccia sentire ancora il peso della crescita negativa della produzione industriale a marzo, dopo il crollo di febbraio. Nel frattempo da oltreoceano non arrivano buone notizie.

Il Pil (prodotto interno lorodo) degli Stati Uniti ha subito una contrazione del 6,1% nel primo trimestre del 2009, un risultato nettamente inferiore alle stime degli economisti, che si attendevano un calo del 4,7%. Dal 1975 al 2009: è la prima volta dopo decenni che l'economia Usa si contrae per tre trimestri consecutivi.

Secondo i dati diffusi, a pesare sull'andamento dell'economia è il calo delle esportazioni, scese del 30% registrando il calo maggiore dal 1969, mentre le importazioni sono scese del 34,1%, la flessione più ampia dal 1975. Le cose non vanno meglio in Germania, dove il governo ha tagliato le stime del Pil 2009 da -2,25% a -6%.

Per il 2010 é attesa invece una crescita dello 0,5%. Per quanto riguarda i consumi privati è, inoltre, atteso un calo dello 0,1% nel 2009 e dello 0,3% nel 2010. Anche in Germania questa è la peggiore performance dal 1975.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il