Evasione fiscale 2009: 5mila aziende lavoravano in nero completamente da 3 anni

Sono oltre 5000 le imprese edili che negli ultimi 3 anni hanno eseguito lavori di ristrutturazione senza dichiarare un euro di reddito.



L'operazione Pandora, avviata nel 2006 sulle ristrutturazioni per le quali sono stati richiesti sgravi fiscali e condotta dal Nucleo Speciale Entrate delle Fiamme Gialle in stretta sinergia operativa con i reparti territoriali, ha scovato circa 3 miliardi di euro di redditi non dichiarati da ditte edili che hanno eseguito lavori di ristrutturazioni.

Oltre cinquemila sono state le imprese edili scoperte che negli ultimi tre anni hanno eseguito lavori di ristrutturazione senza dichiarare un euro di reddito. I controlli sono stati verificati a partire dalla verifica sugli sgravi fiscali chiesti dai contribuenti (36% sull'Irpef) per lavori di ristrutturazione.

Dallo studio degli sgravi è risultato che le ditte coinvolte emettevano fatture per consentire ai proprietari di casa di avere gli sgravi previsti dalla legge ma poi in sede di dichiarazione occultavano i redditi. Dai controlli eseguiti cono emersi anche circa 500 milioni di euro di Iva non versata all'erario.

A tal proposito, Bankitalia ha segnalato che i minori incassi dell'erario in valore assoluto sono nel bimestre pari a 4,3 miliardi di euro. Solo nel mese di febbraio le entrate tributarie di cassa hanno segnato una flessione: dai 27,902 miliardi di euro incassati a febbraio 2008 si è passati a 25,217 miliardi, con un calo addirittura del 9,6%.

Dunque, le entrate tributarie nel primo bimestre del 2009 sono diminuite, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, del 7,2%, passando da 59,173 miliardi di euro a 54,892 miliardi.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il