BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stress test per banche Usa e italiane: quale è la situazione attuale?

Usa, Europa e Italia: i risultati degli stress test.



La scorsa settimana i principali esponenti delle autorità di controllo e del Governo degli Stati Uniti a livello finanziario hanno continuamente rilasciato dichiarazioni rassicuranti sul fatto che i risultati degli stress test (la necessità di nuovo capitale) a cui sono state sottoposte le principali 19 banche statunitensi non avrebbero evidenziato alcuna situazione di insolvenza.

Ma questo è accaduto perché i risultati, che inizialmente dovevano essere presentati il 4 maggio, sono, in realtà, arrivati alcuni giorni dopo, permettendo così a chi era ‘in difficoltà’ di correre ai ripari. Mentre Wells Fargo e Morgan Stanley hanno annunciato un aumento di capitale per rispettivi 6 e 2 miliardi, dall'esame dello stress test risultava la necessità di capitale di 13,7 miliardi e quella di Morgan Stanley di 1,8 miliardi.

Nel frattempo, in Europa lo scenario si delinea ben diverso e sembrano emergere particolari preoccupazioni  sul lato patrimoniale. Tutti gli istituti, infatti, presentano Tier I Ratio e Core Capital Ratio superiori a quanto richiesto dalle autorità di controllo, ma si registrano trend ben definiti per i conti economici. Ciò significa che i proventi operativi sono in netta ripresa, ma che la crescita della parte alta del conto economico è stata ridotta notevolmente dalle forti rettifiche su crediti e svalutazioni.

Anche in Italia la situazione sembra essere piuttosto tranquilla, ma la Banca d'Italia avverte: i crediti in sofferenza, a causa della recessione, aumenteranno. Dai risultati dei primi stress test italiani, comunque, le prime sei banche italiane non dovrebbero avere bisogno di nuovo capitale.

 Dimezzeranno gli utili e ridurranno drasticamente la redditività, ma, secondo le previsioni dell'Ocse, UniCredit, Intesa Sanpaolo, Montepaschi, Banco Popolare, Ubi e Banca Popolare di Milano non avranno bisogno di nuove iniezioni di capitale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il