BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Piano casa 2009: un nuovo "no" dalle Regioni. I tempi

Il Piano casa non decolla. Le Regioni dicono ancora no.



Il Piano casa ancora non decolla, le Regioni e le autonomie locali sul decreto legge contenente le misure urgenti in materia di edilizia temporeggiano in attesa di sicurezza. E' , infatti, saltata la prevista conferenza Unificata che avrebbe dovuto dare il via libera al provvedimento, necessario per portarlo al Cdm e la decisione ha lasciato senza parole il presidente del Consiglio.

Il premier, infatti, parlando ai costruttori dell'Ance riuniti a Roma, aveva parlato del decreto legge che potrebbe liberare in 18 mesi una spesa di 70-150 miliardi di euro. Si parla di grosse cifre, che a seconda della percentuale di proprietari di case, a noi risulta il 30% che utilizzerebbero questa possibilità, va da 70 a 150 miliardi di euro.

Si tratterebbe di miliardi giacenti inoperosi sulle banche che verrebbero immessi sul mercato delle costruzioni e che potrebbero arrivare nel giro di 18 mesi”. Le sue parole erano state molto sicure, fino a quando non è arrivata la smentita che senza troppe parole ha posto un secco no da parte delle Regioni.

Il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, ha poi spiegato. “Il testo sarebbe andato in Cdm solo a condizione del raggiungimento dell'intesa con le Regioni e le altre autonomie locali. Lo porteremo quando ci sarà l'accordo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il