BusinessOnline - Il portale per i decision maker








PIL Primo trimestre 2009 il peggiore dal 1980 -5,9%

Cala nel primo trimestre il Pil italiano del 5,0%. Le previsioni.



Il Pil italiano è calato nei primi tre mesi dell'anno del 5,9% rispetto allo stesso trimestre dello scorso 2008. Il calo rispetto al trimestre precedente è del 2,4%. A comunicarlo p l'Istat, che sottolinea che dati tanto negativi non si registravano dal 1980.

Le stime dell'Istat indicano che nel primo trimestre 2009 “il risultato congiunturale del Pil è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi". Nel periodo preso in considerazione, inoltre, si è registrata una giornata lavorativa in meno rispetto sia al trimestre precedente sia al primo trimestre del 2008. Sulla base degli attuali dati, è del 4,6% il calo della crescita già acquisito per il 2009.

L’Istat spiega che anche se i prossimi trimestri vedranno una variazione nulla, si registrerà un calo del Pil pari al 4,6%. E, in questo caso, si tratterebbe di un dato peggiore di quello previsto dalle ultime stime del governo.

Come l’Istat, anche l’eurstat comunica i primi dati raccolti, secondo cui nel primo trimestre 2009 il Pil dei Paesi della zona dell'euro, così come quello dell'Unione europea, ha fatto registrare un calo del 2,5% rispetto al trimestre precedente. Nel primo trimestre 2009 il Pil è diminuito in termini congiunturali dell'1,9% nel Regno Unito e dell'1,6% negli Stati Uniti. In termini tendenziali il Pil è diminuito del 4,1% nel Regno Unito e del 2,6% negli stati Uniti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il