BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Tassi di interesse per prestiti e mutui: le banche li allineano a quelli Ue chiede Tremonti.Meglio?

Il ministro dell'Economia Tremonti invita le banche italiane ad allinearsi ai tassi europei. Conviene?



Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, richiama agli istituti di credito a causa del disinteresse verso uno strumento di liquidità che serve per aiutare le imprese e invita le banche italiane ad aderire ai Tremonti bond, dicendo con forza che serve un'assunzione di maggiore responsabilità.

L’esortazione del ministro dell’Economia alle banche è quella di allineare i tassi di interesse a quelli europei, in modo da ‘aumentare il proprio gradimento’. Tremonti ha spiegato che i cosiddetti Tremonti bond, gli strumenti ibridi di ricapitalizzazione, non servono alle banche ‘per rifarsi il look, ma per far funzionare meglio l'economia’, perché garantiscono alle banche un interesse motlo distaccato e, dunque, un certo relax che consente un lavoro migliore.

“Fino a ieri erano tre le banche e solo da ieri ce n'è una molto grande, UniCredit, che ha richiesto uno strumento ibrido. È un utilizzo rilassato. Questo non coincide con lo spirito dello strumento che non era quello di migliorare i bilanci delle banche ma di migliorare la situazione delle imprese. Oltre a UniCredit, sono il Monte dei Paschi di Siena, il Banco Popolare e la Popolare di Milano ad aver presentato le richieste per complessivi 6 miliardi per gli strumenti ibridi di patrimonializzazione”.

Ma perché l’invito del ministro Tremonti ad allineare i tassi a quelli europei? E l’operazione porterebbe vantaggi agli italiani? Secondo le elaborazioni dell’Associazione bancaria italiana, le banche italiane prestano a imprese e famiglie a tassi inferiori dello 0,20% a quelli in vigore in Eurolandia. Dai dati diffusi si evince che a marzo i tassi applicati dalle banche italiane sia per finanziamenti alle imprese sotto il milione, sia per quelli sopra, sono inferiori di 20 punti base (centesimi di punto percentuali.) ai tassi europei.

Ne deriva, secondo il presidente dell'Abi Corrado Fissola, un paradosso e cioè che assecondando l'esortazione del ministro Tremonti ad allinearsi ai tassi europei gli istituti di credito in Italia per raggiungere il livello medio in vigore nell'area dell'euro, si aumenterebbe il costo del denaro per imprese e famiglie. L’’invito di Tremonti alle banche, dunque, in caso di applicazione, non sortirebbe poi gli effetti sperati.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il